Capolavoro Museum Brandhorst

Capolavoro Museum Brandhorst Show title in blue bar Lepanto Interno del Museo Brandhorst con il Ciclo Lepanto di Cy Twombly
Foto: Sibylle Forster © Museum Brandhorst

L’artista che influenza la Collezione Brandhorst è l’americano Cy Twombly, nato nel 1928 a Lexington/Virginia e morto il 2011 a Roma. Dopo aver conseguito degli studi d’arte in diverse università, frequentò per breve tempo il Black Mountain College, per poi intraprendere un viaggio in Europa e nel Nordafrica insieme a Robert Rauschenberg. Da allora, Twombly si occupò dell’area mediterranea, che divenne una delle sue principali fonti di ispirazione.

L’arte di Twombly presenta come nessun’altra un legame sensibile e lirico tra immagine e testo. Oltre a Robert Rauschenberg e Jasper Johns, Twombly è il maggiore rappresentante della generazione che sostituì l’espressionismo astratto. Come i suoi due colleghi, anche lui riuscì a dare avvio ad una nuova e significativa epoca, non solo per l’arte americana, e a sviluppare un linguaggio di immagini molto influente e unico nel suo genere.

L’opera monumentale di Twombly, “Lepanto” (2001), composta da 12 quadri, è esposta permanentemente in una sala centrale del museo, strutturata come desiderato dall’artista. Con oltre 170 opere, di cui dipinti, sculture e disegni, di diversi periodi creativi, la Collezione Brandhorst offre una panoramica sull’evoluzione artistica di questo straordinario artista e risulta così la collezione più significativa al di fuori degli USA, paragonabile solo alla Cy Twombly Gallery della Menil Collection di Houston/Texas.